La prevenzione

inizia a tavola!

La prevenzione

inizia a tavola!

Il cibo, si sa, è un bisogno primario oltre che una delizia per il palato. È meno noto il fatto che gli alimenti scelti e mangiati ogni giorno, possono rappresentare un vero strumento di benessere e prevenzione:
la dieta corretta concorre a mantenerci sani e longevi!

Diversi disturbi che interessano l’uomo moderno possono comportare un processo infiammatorio e sfociare in vere e proprie patologie. L’infiammazione, quando diventa cronica, è uno dei meccanismi alla base della sindrome metabolica (compresenza di obesità, diabete, ipertensione, ipercolesterolemia) e di disagi multi organo.

Per prevenire questo tipo di evoluzione del processo infiammatorio una delle strategie vincenti è quella di mantenere buone le difese immunitarie che risiedono, per la maggior parte, nell’intestino. Quando mangiamo, nutriamo in contemporanea il nostro corpo e la popolazione dei batteri che abitano l’intestino (definita “microbiota” o “flora batterica intestinale”): è proprio il tipo di nutrimento che forniamo attraverso il cibo a decretare la buona salute o meno della flora batterica intestinale e, quindi, anche di un sistema immunitario efficiente ed in salute.

In natura ci sono anche alimenti che aiutano a combattere la formazione dei radicali liberi. Sai cosa sono i radicali liberi? Sono molecole il cui eccesso è nocivo per le nostre cellule perché coinvolti nei processi di invecchiamento e della degenerazione cellulare.
Cibi come:
le verdure
la frutta fresca e la frutta secca
i legumi e i cereali integrali
contengono sostanze ad azione protettiva (definite “bioattive”) con azione preventiva nei confronti dello stress ossidativo che rappresenta una delle possibili cause del processo infiammatorio.

Aggiungi ogni giorno ai tuoi menù questi alimenti; sono preziosi per la tua salute! Ogni persona è unica con un personale fabbisogno energetico e di nutrienti in base all’età, al sesso, all’altezza, al peso, al tipo di attività fisica e lavorativa. Tuttavia, esistono delle “buone regole” alimentari e comportamentali che delineano il cosiddetto “stile di vita ideale” che, davvero, può fare molto in termini di prevenzione e mantenimento dello stato di salute.

L'IMPORTANZA DELLA PREVENZIONE

Scegli ogni giorno il meglio per te con i nostri consigli:

I vegetali sono preziosi! Apportano acqua, vitamine e sali minerali indispensabili al nostro organismo e sono anche ricchi di fibra alimentare.
Quest’ultima rappresenta il nutrimento elitario della popolazione microbica intestinale tanto da agire come un prebiotico (ossia conferisce un beneficio alla salute mediante una modulazione del microbiota).

Ogni giorno mangia a colori!
I colori dei vegetali sono in buona parte dovuti al prezioso contenuto delle sostanze antiossidanti protettive!

In primavera-estate, per esempio, trovi:

Il corpo umano è principalmente formato da acqua! La sua presenza è indispensabile per il normale svolgimento di tutti i processi fisiologici e delle reazioni che avvengono nel nostro corpo. Bere acqua serve, ad eliminare le scorie metaboliche; inoltre, una buona idratazione favorisce il benessere delle vie urinarie.

Essere normopeso, ossia senza eccessi (sovrappeso) o difetti (sottopeso) di peso corporeo, è molto importante in termini di salute, autostima e prevenzione. Se il tuo peso si discosta troppo dal desiderato non improvvisare con“diete fai da te”, ma rivolgiti ad uno specialista in nutrizione che saprà indicarti il modo corretto per tornare in forma senza compromettere la tua salute.

Ogni giorno dedica del tempo per muoverti! Fa ciò che ti piace ma evita di stare seduto tutto il giorno per motivi lavorativi o per pigrizia. É dimostrato che uno stile di vita poco attivo rappresenta un fattore di rischio per molte malattie (come l’ipertensione, l’osteoporosi, il diabete).

La masticazione lenta in presenza (ossia concentrare l’attenzione solo sul pasto e l’atto masticatorio evitando ogni altra attività come guardare la TV, leggere, parlare, scrivere messaggi sul telefono) agevola la digestione e la metabolizzazione degli alimenti. Questa buona abitudine è collegata ad una maggiore soddisfazione del pasto (si percepiscono meglio i sapori, le consistenze, gli abbinamenti) e ad una minore quantità di cibo ingerito.

Quando siamo stanchi, stressati, emotivamente fragili, tendiamo a mangiare cibo altamente calorico, ricco di carboidrati, grassi e sali; nemici giurati della linea e della salute. Sono i cosiddetti “comfort food” (cibi consolatori), come gli zuccheri complessi (ad esempio i dolci, le merendine) o anche snack salati (come patatine e stuzzichini vari).

Questi alimenti, se consumati spesso, possono contribuire all’aumento del peso corporeo, del gonfiore, del giro vita e dello stato infiammatorio dell’organismo. Inoltre, è importante ritagliare del tempo per fare ciò che piace e rilassa evitando di ingolfare la giornata con troppi impegni che, a lungo andare, logorano. Per scaricare la tensione e gestire la “voglia continua di cibo” sono utili alcune tecniche naturali che agevolano il rilassamento mentale e fisico come la mindfulness, lo yoga, il pilates, il Tai Chi. Queste pratiche aiutano a “lasciare andare” ciò che non serve e appesantisce il corpo e la mente, a “vivere il qui e ora” fondamentale per godere appieno dei doni del presente e “respirare profondamente in presenza”; tutti elementi chiave per entrare in contatto con i nostri reali bisogni.