Benessere

delle vie urinarie

della donna

Benessere

delle vie urinarie

della donna

L’apparato urinario provvede principalmente alla produzione ed eliminazione dell’urina.

I reni filtrano il sangue e lo depurano da sostanze che devono essere eliminate dall’organismo.

Gli ureteri conducono l’urina prodotta dai reni alla vescica, in cui si deposita sino al momento in cui viene espulsadall’organismo attraverso l’uretra, con la minzione.

Per mantenere il benessere delle vie urinarie nelle donne, è importante seguire alcune norme comportamentali e stili di vita che riducano il rischio che queste vengano colpite soprattutto da quelle che sono le più frequenti patologie a loro carico, in particolare le infezioni a livello della vescica.

La causa più frequente di cistite è un’infezione batterica, che colpisce soprattutto le donne la cui uretra è molto più corta che nei maschi

(4 centimetri circa contro circa 18/20).


Questo facilita molto di più l’ingresso nella vescica di batteri (per lo più Escherichia Coli) che, provenendo dall’intestino, possono raggiungere l’uretra a causa della sua vicinanza all’ano.

La causa più frequente di cistite è un’infezione batterica, che colpisce soprattutto le donne la cui uretra è molto più corta che nei maschi

(4 centimetri circa contro circa 18/20).


Questo facilita molto di più l’ingresso nella vescica di batteri (per lo più Escherichia Coli) che, provenendo dall’intestino, possono raggiungere l’uretra a causa della sua vicinanza all’ano.

Se questi batteri riescono ad ancorarsi alla mucosa della vescica, grazie alla presenza di particolari loro filamenti chiamati fimbrie, possono resistere al flusso urinario che li espellerebbe all’esterno, ed iniziare quindi a replicarsi dando origine ad un’infezione, di solito molto fastidiosa e che, quando ricorrente, può incidere molto sul benessere delle vie urinarie ed anche sulla qualità della vita.

La cistite acuta è infatti accompagnata da fastidio e dolore anche intenso e continuo al basso ventre, nella zona sovra-pubica; qualche volta, è presente dolore lombare. Il bisogno di urinare diventa frequente, costringendo spesso ad alzarsi di notte. Urinare diventa faticoso ed a volte la minzione è dolorosa, accompagnata da bruciore.

Può permanere una spiacevole tensione inguinale, come la sensazione di non essere riusciti a svuotare del tutto la vescica.
Le urine possono essere torbide a causa dell’infiammazione e con un odore intenso, e possono comparire tracce di sangue.
Talvolta, compare un po’ di febbre.

In presenza di sintomi e segni di questo tipo, è importante rivolgersi al proprio medico, che saprà indicare la terapia più appropriata, ad esempio quella antibiotica in caso di cistite di origine batterica.

Per prevenire le infezioni, è importante ridurre il rischio che questi batteri possano risalire nella vescica, evitando di indossare indumenti troppo stretti o che non favoriscano la traspirazione, curando giornalmente l’igiene intima senza detergenti irritanti, lavandosi con movimenti dalla vagina in direzione dell’ano, e non viceversa, per evitare di trascinare batteri intestinali verso la vagina.

Evitare possibilmente diaframmi e creme spermicide che alterano l’equilibrio dell’ecosistema vaginale, così come i tamponi interni.

È importante bere molta acqua per favorire il flusso urinario.

Alcune sostanze, come il cranberry ed il D-mannosio, possono essere utili per favorire il benessere delle vie urinarie.

Cranberry e D-mannosio per il benessere delle vie urinarie